著者
米山 喜晟
出版者
桃山学院大学
雑誌
国際文化論集 (ISSN:09170219)
巻号頁・発行日
no.37, pp.141-192, 2007-12-10

As I showed in my previous three papers, though the Novellino had been an excellent forerunner of the Italian novellas, only with the appearance of the Decameron was the basis for the Italian novella truly founded. Almost all the elements of the novella can be considered as heritages of the Decameron but, referring to the definitions of the novella form, I selected firstly the adoption of the `cornice' or framework device, secondly the setting within the realm of the believable, and thirdly the audacious expression of Eros and of sexual relations. In this paper I focus on the Pecorone of Ser Giovanni Fiorentino, the Trecentonovelle of Franco Sacchetti, and the Novelliere of Giovanni Sercambi, all of which were included by Di Francia in his Novellistica as epigones of Boccaccio. I find that these three works imitated Boccaccio's cornice device to various extents. I also find a remarkable increase of settings within the realm of the believable by the three authors compared to works published before the Decameron, and a similar increase in the percentage of novellas in which sexual relations take place. From the high number of incidences in the Novelliere, in particular (49.68%), we can imagine how the people of Tuscany, where the tradition of Dante and Petrarch had forbidden them to see women in sexual terms, must have welcomed the appearance of the Decameron as the liberator of Eros.
著者
米山 喜晟
出版者
イタリア学会
雑誌
イタリア学会誌 (ISSN:03872947)
巻号頁・発行日
no.40, pp.44-69, 1990-10-20

Lo scopo di questo saggio : tracciare le vicende delle intelaiature (Ie cornici piu gli elementi fuori-cornice cioe gli avvisi ai lettori o le dediche ai patroni ecc.) e chiarire i motivi dei cambiamenti. L'importanza del problema del mezzo di comunicazione della letteratura. La cornice del 'Libro di sette savi'e del tipo "chinese box". 'Il novellino'ha un avviso ai lettori senza cornice. Cap. 1 Problemi della cornice del 'Decamerone'. E'la prima cornice originale della raccolta delle novelle dn Italia. L'interpretazione degli studiosi e quella di J. H. Potter sotto l'influenza dell'antropologia culturale. Non e del tipo di chinese box nel senso stretto. Il suo merito nella elaborazione di novelle. Liminoid phenominon e liminal space. Il senso dei numeri, 3, 7, 100ecc. Il senso del re. Non e solo il re o la regina della corte di amore. La cornice del 'Pecorone'. La cornice del 'Novelliere' di Sercambi. La scelta di Aluizo come il preposto. Il peregrinaggio e una forma della 'liminal space'. La nomina dell'autore fa nascere una situazione simile alla corte di principi feudali. Cap. 2 Dopo il 'Decamerone', la struttura senza cornice acquista un senso positivo. Cosi, le opere di Sacchetti e di Sermini rifiutano la finzione della cornice e rivolgono lo sguardo alla realta. Cap. 3 Cosi sotto l'influenza di Sacchetti e degli altri, nasce la tendenza a comporre la cornice sopra la base della corte reale. Quella di Giovanni Gherardi, e di Giovanni Sabadino degli Arienti. In questo senso, la cornice di questi sarebbe la piu completa, ma troppo piccola. Il Masuccio invento una nuova forma originale composta dalle dediche agli uomini di corte intorno alla famiglia del re Ferdinando I d'Aragona. Questa non e una semplice cornice, ma almeno una cosa simile. Pensando alla Congiura dei Baroni che, sarebbe scoppiata circa dieci anni dopo, possiamo coggetturare qualche motivo interssante dell'autore, che era un segretario della famiglia principale della Congiura. 4. a. Due correnti del XVI secolo ; dentro la cornice. C'era una gran moda di ritorno alla cornice del 'Decamerone'. Parabosco, Fortini, Forteguerri, Giraldi Cintio, Erizzo, Granucci, Bargagli, Costo, Malespini ecc. I tre principali di questa voga, sono il Firenzuola, il Grazzini e Lo Straparola. Lo studio di Guglielminetti su questa moda. La spiegazione del fenomeno come un risultato dell'influenza di Bembo e della quistione della lingua. Bisognerebbe dare un' altra spiegazione supplementare. Sarebbe efficace la tesi di Mcluhan sull'influenza della tipografia. All'inizio della nuova eta, l'utilita della cornice del 'Decamerone'atrasse e sedusse molti scrittri. Il pericolo del manierismo. 4. b. Due correnti del XVI secolo ; fuori della cornice. C'erano tre tipi. i. Senza cornice come il Morlini. ii. Sotto l'influenza di Masuccio, tenta di comporre qualche facciata fuori di novelle, come l'esempio di Bandello. Nel caso di Bandello, si mette una lunga lettera di dedica che contiene le informazioni preziosi davanti ad ogni novella. L'autore finge di essere solamente un copista della novella narrata dagli altri. La struttura e gli elementi della lettera di dedica. iii. Alcuni esempi dei nuovi tipi della cornice. Le avventure di Doni. La 'Zucca'e i 'Marmi'. La nascita del giornalismo. La traduzione di 'Panchatantra' di Firenzuola. La rinascita del tipo di chinese box, verso la cornice di 'Lo cunto de li cunti'. L'importanza delle considerazioni sui cambiamenti sorti seguenti alla diffusione della tipografia.
著者
米山 喜晟
出版者
桃山学院大学
雑誌
国際文化論集 (ISSN:09170219)
巻号頁・発行日
no.40, pp.1-66, 2009-06-10

In the first chapter, I indicated that there are two types of the Italian Renaissance. The first type means the extraordinary outburst of the vitality of the Italian people in the late medieval era, since 13th century, which Burckhardt represented as a whole for the first time. The second type begins at about 1400, with the making of the Renaissance style and Humanism in Florence. Burckhardt's book, "The Culture of the Italian Renaissance", treats mainly with the first type, but also some of the second type. In the second chapter, I examined the relations of the two types with Florence. Florence appeared relatively late in the world of the first type, but Burckhardt gave the very impotant role of the promotor of the modernization of Europe to Florence in his book. The second type was born in Florence. In the third chapter, I asked why Burckhardt estimated Florence so high? This overestimate of Florence comes from the fact that more than 40 percents of the main authors (20 percents even with miner authors) of this time were Florentines or their descendents. In this field Florence had no rivals. An interesting statistics shows when this dominance of intellectual productivity of the Florentines and Tuscans happened. Following the statistics, in the 20 years after the defeat of Montaperti, the intellectual productivity of the Tuscans leaped up to more than 12 times (18 times if correctly counted) than the former term. The reflection of the defeat taught to the Tuscans and Florentines the importance of the informations and the knowledge of the humanities. In the fourth chapter, I noticed that the defeat can influence the nation for a long term without its consciousness. The defeat made medieval Florence negative and passive to the war. After the defeat, the Florentines shunned the outbreak of war as long as possible, and even in the fifteenth Century, Florence took the role of the peacemaker, and the promoter of the balance of power, as proved in the case of the peace treaty of 1454.
著者
米山 喜晟
出版者
大阪外国語大学
雑誌
大阪外国語大学論集 (ISSN:09166637)
巻号頁・発行日
vol.2, pp.179-206, 1990-03-31

Premessa Che cosa e R. I. S.? Cap. I II motivo concreto della pubblicazione di R.I.S. L' influenza di A. Zeno e Leibniz. L' importanza di F. Argelati. Cap. II L' allargamento del piano. Cap. III La costituzione della Societa Palatina. La causa diretta della costituzione. I carichi divisi fra i membri. La coscienza dei nobili. Cap. IV Discordie sulla pubblicazione. Tra Argelati e Sassi. Tra M. e Sassi. Consigli intelligenti dei membri della Societa. Cap. Ultimo Da R. I. S. ad A. I. M. A.
著者
米山 喜晟
出版者
大阪外国語大学
雑誌
大阪外国語大学論集 (ISSN:09166637)
巻号頁・発行日
vol.1, pp.319-350, 1990-01-25

1. Per alcuni studiosi, lo sviluppo rapido della economia fiorentina nella seconda meta del Duecento e spiegabile con il miglioramento della circostanza economica dopo la conquista del regno da Carlo I d'Angio. L'autore ha gia tentato di spiegare il fenomeno con il radicale cambiamento della societa fiorentina sotto lo shock della sconfitta di Montaperti. In questo saggio, l'autore tenta di chiarire le situazioni dello sviluppo economico nel tempo di Carlo attraverso le analisi della raccolta di documenti di S. Terlizzi. 2. Attraverso le analisi dei salvacondotti e delle lettere di sicurta donati dal re ai mercanti toscani, possiamo riconoscere alcune peculialita del mercanti fiorentini. Generalmente i loro gruppi erano piccoli (quasi di meta degli altri) e composti principalmente dai parenti. Questo fatto ci insegna il ritardo dello sviluppo economico forse per causa del governo militaristico. 3. Per la preparazione del denaro della guerra di Benevento, i mercanti senesi (specialmente i Bonsignori) mantennero il ruolo piu importante fra i mercanti toscani, e anche per il governo del re, i mercanti senesi occupavano i posti piu importanti. I Bonsignori, i Salimbene, e i Baccusi (i banchieri lucchesi) trattavano ingente somma di denaro (di riparazioni di Pisa o di Siena, o di gran presttito daI Papato per la guerra di Sicilia ecc.). I banchieri fiorentini occupavano i posti solo secondari e di subappaltatori. 4. Ma rispetto al movimento degli uomini, le situazioni erano completamente diverse. Dalla classe dei laboratori e artigiani alia dasse dei professionisti o dei nobili, tanti uomini vari entrarono nel regno di Carlo. Da principle, i lucchesi avevano le stesse occasioni, e dopo la pace anche per i senesi le porte non erano chiuse, ma cittadini delle altre citta toscane non vennero come fiorentini. 5. Cosi, il cambiamento radicale della societa fiorentina era il motivo piu importante del movimento vitale dei cittadini fiorentini. La plitica di Cairo favori questo cambiamento e cosi aiuto lo sviluppo totale di Firenze.
著者
米山 喜晟
出版者
イタリア学会
雑誌
イタリア学会誌 (ISSN:03872947)
巻号頁・発行日
no.27, pp.130-142, 1979-03-03
著者
米山 喜晟
出版者
大阪外国語大学
雑誌
大阪外国語大学論集 (ISSN:09166637)
巻号頁・発行日
vol.6, pp.275-291, 1991-12-15

(本ノートの前半は『大阪外国語大学学報』第74-3号(1987)に掲載され、「第二章シエナの年代記類に描かれたモンタペルティ戦争」の第一節まで収録されている。第二章の第二節は紙数の都合で省略して、本稿は「第三章」と「結びに代えて」を収録する。
著者
米山 喜晟 Yoshiaki Yoneyama 桃山学院大学文学部(元)
出版者
桃山学院大学総合研究所
雑誌
国際文化論集 = INTERCULTURAL STUDIES (ISSN:09170219)
巻号頁・発行日
no.42, pp.1-90, 2010-10-20

In the introduction, I point out that the good effects of defeat are too much underestimated. To account for this fault, I extend the concept of the Montaperti Phenomenon (M. P.), and define it as a phenomenon which brings favorable results to the majority of the losers of a war or their adherents. In chapter 1, I treat cases in which the M. P. happened singly, and give as the first example the effects of the defeat of the navy of Wakoku (old Japan) at Baeg-chong-gang in Korea (663). After the defeat, Wakoku construcked a defense system, and prepared for attack by Tang and Silla. Besides, there took place the rebellion of Jinshin, and the new Emperor Temmu reformed the constitution of Wakoku drastically, changing Wakoku into Nippon (new Japan). Thus the defeat in Korea brought good effects to the history of Japan. I also show several other examples of this type of M. P. In chapter 2, I treat cases in which the M. P. happened doubly. First I choose the case of Siena after the defeat at Colle di Val'Elsa. This defeat changed Siena drastically and brought about the Goverment of the Nine, which governed the city very well and developed it into one of the most charming cities in the world. The M. P. in Siena followed that of medieval Firenze, about which I have written several times. In chapter 3, I suggest that when a closed area is conquered by a strong power, if the power chooses a policy of endurance, there occurrs often the M. P. To test this hypothesis, I show the examples of the Edo Bakufu and the Mongol Empire. Thus, I prove the importance of the good effects of defeats, which were sometimes indispensable for the building of civilizations.
著者
米山 喜晟 Yoshiaki YONEYAMA 桃山学院大学文学部
出版者
桃山学院大学総合研究所
雑誌
国際文化論集 = INTERCULTURAL STUDIES (ISSN:09170219)
巻号頁・発行日
no.25, pp.21-48, 2001-12-20

In the 16th century the epicenter of the Italian Novella removed to Veneto from Toscana. But the writers born in Venice were not so many, and S. Erizzo (1525-85) was one of the most important writers among them. He belonged to the Venetian aristocracy and experienced some important goverment posts. He used a frame to bind his works as Boccaccio, but the frame he used (consisted with six students-tellers) was more simple and monotonous. Among the total 36 works, 19 works were told on the stages of the ancient world, especially 14 works (39%) of in the ancient Greek world. The places of the stage were very various (from Peru and England to Persia), but Greece (11+2) and Italy (7+2) occupied 61,11% of all. The 80.35% of the main characters belonged to the noble class, and this percentage is ecceptionally high among the Italian Novella. Erizzo got hints for his 22 works (61,11%) from the works of Valerius Maximus (by the translation of Giogio Dati), but the works of Valerius themselves were too fragmental and brief, therefore most of his cases, he got only suggestions not so important to narrate his own tales which he believed appropriate to educate the morality of the noble young men of Venice.
著者
米山 喜晟
出版者
イタリア学会
雑誌
イタリア学会誌 (ISSN:03872947)
巻号頁・発行日
no.23, pp.81-96, 1975-03-20
著者
米山 喜晟
出版者
イタリア学会
雑誌
イタリア学会誌 (ISSN:03872947)
巻号頁・発行日
no.24, pp.15-34, 1976-10-01

(1)La letteratura italiana cominciava a fiorire piuttosto tardi, ma doveva incontrare l'ambiente urbano il piu presto in Europa, perche in questo paese(eccezionalmente in Europa di quest'epoca)si erano gia sviluppate tante citta e la civilta urbana. E inoltre, queste citta medioevali d'Italia avevano un carattere molto diverso da quello della citta d'Europa settentrionale, perche gli aristocratici feudali vivevano insieme ai cittadini e qualche volta partecipavano con loro al commercio. Per scoprire la maniera con la quale i letterati italiani incontrarono quest'ambiente nuovo, in questo saggio, si esamina il senso della "famiglia" nelle opere di Dante, perche nell' ambiente urbano semifeudale delle citta medioevali italiane, il senso della "famiglia" o "progenie" era importantissimo. (2)Primamente si puo provare che il Dante idealista continuava a tenere un'attitudine di riconoscere la "gentilezza" nelle virtu individuali, non nelle virtu della famiglia o delle progenie, attraverso le parole delle rime giovanili e principalmente il discorso nel libro quarto del "Convivio", inoltre si prova che anche nella "Divina Commedia", quest'attitudine sempre si teneva senza cambiarsi. (3)Ma il Dante artista realistica mostrava spesso un'attitudine molto diversa da quella del Dante idealista e anche in questo caso lui espresse(per esempio nel canto XXIX d'Inferno, su Gieri della Bella o sull'incontro con Cacciaguida)lui stesso non come un individuo indipendente, ma come un membro della progenie. Specialmente il Farinata lo tratto come un membro della progenie fra i nemici nella sua conversazione nel canto x d'Inferno. Percio nel vedere i personaggi nella "Divina Commedia", noi dobbiamo sempre vedere(e non dobbiamo dimenticare)l'esistenza della famiglia o progenie indietro ai personaggi. Attraverso questa vista, Francesca da Rimini non era soltanto una povera donna amorosa ma anche una traditrice della famiglia, e questo episodio si dimostrera come uno scandalo della famiglia Malatesta. C'e nella lingua inglese, una espressione molto conveniente in questo caso, cioe "the skeleton in the cupboard(l'onta segreta della famiglia)" e infatti Dante canto "the skeleton in the cupboard" alla prima conversazione con le anime nell'inferno, perche questo era la piu interessante e la piu affascinante materia nelle citta medioevali d'Italia. Inoltre l'ambiente semifeudale o aperto delle citta italiane di quest'eta, non limito lo sviluppamento della vista dei cittadini, percio, la loro vista curiosa ando oltralpe e penetro dentro la famiglia regia di Francia e scopri la noia di Ugo Capet attraverso la confessione melanconica. Soltanto con questa vista(personaggio=un membro famigliare)si pote completare la grandissima sintesi del medio evo europeo che si chiama la "Divina Commedia".
著者
米山 喜晟 米山 喜晟
出版者
大阪外国語大学
雑誌
一般研究(C)
巻号頁・発行日
1990

本年度の研究実積はI.3年間の研究成果を中心に、従来の研究代表者の論文その他を収録した『イタリア・ノヴェッラの森』の刊行、II.論文1点と研究ノート1点、III.I.のために書き下ろした解説と要約3点である。まずII.について記し、その後I.とIII.について記す。本年度発表した論文は「G.セルミーニの心の中の障壁」と題したもので、シエナのノヴェッラ作者セルミーニのノヴェッラ集を素材として中世イタリアのコムーネの市民の心性を探究し、イタリア・ノヴェッラに頻出する悪戯のモチーフは、領域民に対する「差別と排除」のテーマを基盤としていることを論じた。研究ノートは、「ノヴェッラの起源と『ノヴェッリーノ』と題したもので、セグレやツムトルの近年の研究成果を紹介しながら、ノヴェッラというジャンルの定義と成立について論じている。同時に『ノヴェッリーノ』の新しい評価を紹介した。研究代表者が『イタリア・ノヴェッラの森』のために新しく書き下ろした解説は、1.「イタリア.ノヴェッラの森への案内」、2.「ジェンティーレ・セルミーニの人と作品」、3.「(ジラルディ・チンツィオの)『百物語』のノヴェッラの要約」で、1.はわが国で初めて試みられたイタリア中世・ルネサンス期のノヴェッラの通史であり、極めて不十分なものではあるが、これによってほぼ流れの全貌を把握することが可能となった。2.は『ロミオとジュリエット』の源流とされる作品を含んでいる作品集の全作品の要約、3.は『オセロ』や『以尺報尺』の原作を含むことで名高いが、わが国ではほとんど知られていない作品集の全作品の要約である。以上の成果を中心として、研究代表者の論文その他12点、それにイタリア口承文学研究に関してすでに定評のある気鋭の研究者鳥居正雄Gの論文3点を加えて現在刊行予定中で、すでに原稿を印刷屋に引き渡し済みの資料集が『イタリア・ノヴェッラの森』である。
著者
米山 喜晟
出版者
イタリア学会
雑誌
イタリア学会誌 (ISSN:03872947)
巻号頁・発行日
no.38, pp.1-36, 1988-10-30

Cap. Introduttivo Una lettera di Leibnitz per celebrare le nozze di Rinaldo I d'Este In quella lettera L. dimostro la relazione antica tra Casa d'Este E Casa di Brunswick. L'influenza di questa scoperta sul destino di M. Cap. I I1 processo della ricerca co-operativa di L. e M. i L'inizio della corrispondenza tra L. e M. Sulle circostanze dell'inizio della corrispondenza. Sui consigli di L. sulla disputa di Comacchio. ii La proposta di M. della ricerca co-operativa sull'origine di Casa d'Este. M. propose anche un libro co-operativo, ma l'attitudine di L. era indifferente. La decisione di M. di scrivere sul tema da solo. iii Un piccolo e breve conflitto fra loro sulla dissertazione latina sull'origine di Casa d'Este di M. L. proibi a M. di pubblicarla diplomaticamente. I1 contenuto della dissertazione e la genealogia trovata. Cap. II I1 fallimento della ricerca co-operativa di L. e M. i Lo sviluppo tranquillo della ricerca co-operativa. La disputa sulla relazione tragli Obertenghi longobardi e gli Adalberti bavaresi di Toscana. I1 motivo politico di L. per entatizare la relazione e la concessione di M. sul punto. ii Un gran conflitto sul manoscritto di M. mandato in Germania. La lentezza di L. pareva a M. un sabotaggio per plagiare la sua scoperta degli Obertenghi. I diplomatici estensi a Londra complottarono con Newton contra L. le proteste di L. Coutra duca d'Este e contra M. iii Sul risultato della ricerca co-operativa. Un gran successo quasieternale. La simpatia di M. per la nazione longobarda. La cultura medidoevale riscoperta. -fine-